Fin da piccoli Ginger, Antón e Nelah
si dedicano al surf alle Isole Canarie, dove sono nati.

Anche la vita dei loro genitori, isolani e appassionati di questo sport, ruota intorno al surf e a ciò che contraddistingue questo stile di vita. Per loro è molto più di una semplice attività sportiva: è una maniera di vivere, di interagire con l’ambiente circostante, un’avventura, un gioco.

Il surf non è come il calcio o la pallacanestro: non ti attende sempre il medesimo campo con le aree e il centrocampo ben contrassegnati.

Le condizioni del surf cambiano in ogni stagione, ogni giorno e perfino con ogni singola onda, poiché dipendono dal vento, dalle maree, dal moto ondoso, dalla temperatura dell’acqua, dal tipo di onda, ecc.

E, proprio come le onde, anche tutti i surfisti sono diversi: ognuno di loro si gode questo sport a modo suo e all’insegna del suo stile personale.

Antón e Nelah si godono le onde come se fossero un ampliamento del cortile della ricreazione: fanno parte della loro quotidianità. Nella sabbia o in acqua, il surf è uno strumento che consente loro di giocare e divertirsi in compagnia degli amici.

A Ginger piace anche gareggiare: ama le sfide, gli allenamenti e l’adrenalina delle competizioni.

Dopotutto, si tratta di stare a contatto con la natura, comprendere e rispettare gli oceani e soprattutto divertirsi insieme scivolando sulle onde.